STREET now open! Chicago | Los Angeles | Miami | New York | San Francisco | Santa Fe
Amsterdam | Berlin | Brussels | London | Paris | São Paulo | Toronto | China | India | Worldwide
 
Worldwide

CAM Casoria International Contemporary Art Museum

Exhibition Detail
Reflection White – Black or not
Via Duca D’Aosta 63/A
80026 Casoria
Italy


March 2nd, 2013 - April 2nd, 2013
Opening: 
March 2nd, 2013 6:00 PM - 8:00 PM
 
,
© Courtesy of CAM Casoria International Contemporary Art Museum
> ARTISTS
> QUICK FACTS
WEBSITE:  
http://www.casoriacontemporaryartmuseum....
COUNTRY:  
Italy
EMAIL:  
internationalartnews@gmail.com
PHONE:  
+39 0817576167
OPEN HOURS:  
Tuesday / Wednesday / Thursday / Sunday 10,00 am - 1,00 pm/ Saturday 5.00 pm - 8.00 pm
> DESCRIPTION

Dal 2 marzo 2013 alle ore 18.00 il museo CAM di Casoria offre ai propri visitatori un’anticipazione della Biennale di Venezia con la mostra Reflection; White – Black or not, a cura di Antonio Manfredi e di Ana Frangovska, con il patrocinio del Ministero della Repubblica della Macedonia e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Casoria in collaborazione con la National Gallery of Macedonia. Ana Frangovska, curatrice della National Gallery of Macedonia, porta in mostra a Casoria l’opera di Elpida Hadzi-Vasileva, prima di trasferirla al Padiglione Macedone della Biennale lagunare. Insieme ad Hadzi-Vasileva espongono al CAM 14 tra i più importanti artisti macedoni, Blagoja Manevski,Jovan Shumkovski, Slavica Janeslieva, Antoni Maznevski, Goce Nanevski, Zaneta Vangeli, OPA (Denis Sarakinovski and Slobodanka Stevcevska), Boris Semov, Osman Demiri, Nehat Beqiri,Simon Semov, Nove FrangovskiReshat Ameti che offrono prospettive, contenuti ed espressioni artistiche di un Est europeo sempre all’avanguardia. Durante la serata di inaugurazione si esibiranno in una performance musicale Jack D’Amico e i Crossroads Improring. La mostra “Reflection; White – Black or not” si inserisce nel programma multiculturale del museo CAM che ormai da anni rivela la propria tendenza verso la ricerca, l’apertura e il dialogo. Secondo quanto asserisce Antonio Manfredi “ La purezza delle linee, la poesia delle forme e dei monocromi si evolve negli artisti macedoni in citazioni silenti, in opere dall'eleganza formale che sussurra un vissuto complesso e profondo. Il bianco ed il nero si rincorrono, giocano e si trasformano in opere che sviliscono i materiali, che ne rinnovano la consistenza e ne deturpano il concetto usuale.” Occasione quindi ghiotta per gli appassionati e per i curiosi per una mostra imperdibile e unica nel suo genere, visibile al CAM fino al 2 aprile 2013.


Copyright © 2006-2013 by ArtSlant, Inc. All images and content remain the © of their rightful owners.