Chicago | Los Angeles | Miami | New York | San Francisco | Santa Fe
Amsterdam | Berlin | Brussels | London | Paris | São Paulo | Toronto | China | India | Worldwide
 
Worldwide

Palazzo Ducale - Sale del Castellare - Urbino

Exhibition Detail
TERZO RINASCIMENTO
Piazzale Duca Federico
61029 Urbino
Italy


March 31st, 2010 - May 3rd, 2010
 
EXECUTION, Christian ZanottoChristian Zanotto, EXECUTION,
2010, photography on crystal, cm. 150 x 200
© Christian Zanotto
> ARTISTS
> QUICK FACTS
WEBSITE:  
http://www.terzorinascimento.org
COUNTRY:  
Italy
EMAIL:  
info@terzorinascimento.org
PHONE:  
0039(0)255199449
SCHOOL ASSOCIATION:  
palazzo ducale, reinassance, rinascimento, terzo rinascimento, third reinassance, urbino
TAGS:  
sculpture, figurative, realism, pop, conceptual, performance, video-art, installation, digital, mixed-media, photography
> DESCRIPTION

La ricerca su tutto il territorio Italiano porterà alla luce una rosa selezionata di artisti attenti ad afferrare i caratteri del bello che la realtà socio-culturale suggerisce senza sosta. L’occhio e la mano, scevri da accademismi, si dimostreranno capaci di conferire immortalità alle quotidiane ed effimere sensazioni di piacere che ogni individuo prova solo per alcuni istanti ed attende tutta una vita. L’inseguimento all’utopia dell'assoluto estetico, grazie alla ricerca creativo-sperimentale, avrà il suo punto di partenza dalla Città di Urbino puntando ad un Nuovo Umanesimo e Rinascimento. Inediti e consacrati artisti abbracceranno i multiformi linguaggi dell'estetica contemporanea in audace percorso visivo al fine di delineare i nuovi parametri del piacere.

"IL BELLO" salverà il Mondo?
L’accozzaglia di stili, gusti e costumi genera oggi l’esigenza di una ridefinizione dei canoni. Le fondazioni di un edificio saldo non possono che plasmarsi sull’individuazione delle basi del meccanismo di energia propulsiva che si sviluppò nel primo Rinascimento. Un’autorità estetica assoluta, il punto cardinale di tutte le esperienze artistiche successive, fornisce le basi per comprendere quale via seguire nell’attivazione del dispositivo di riappropriazione del bello anche agli albori del Terzo Millennio. La proposta contemporanea rifiuta l'inquinamento debordante della commercializzazione ossessiva dell'apparenza, rivelando immagini e stili dei figli del cemento. Superato il percorso dell'Arte come imitazione della Natura e dopo aver sperimentato il vuoto e la frantumazione psicologica che la comprensione sui dogmi del cosmo ha generato, si delinea l'autonomia dell'uomo come fulcro del creato.

Dai figli rinascimentali a quelli moderni e meccanicizzati, il paesaggio visivo, ottico e sensoriale è profondamente mutato, ma la materia prima, il soffio vitale è rimasto immutato nell’essere umano. Oltre l'interpretazione e l'astrazione dell'epoca moderna, oggi la realtà virtuale ha generato negli artisti il bisogno primario di riappropriarsi dell'autenticità emotiva. Generare bellezza nel Terzo Millennio è appropriarsi della storia, scavando nell'intimità percettiva per recuperare la sensibiltà che riporta alla purezza espressiva. La creazione di un’estetica, ancora possibile oggi, per rigenerare l’Italian Style grazie a proposte fresche e genuine provenienti dall’urlo espressivo di chi vive la realtà a 360 gradi. Ora il bello è contaminato da milioni di stili provenienti da discordanti linguaggi e matrici putrefatte, in una sovrapproduzione di stilemi.

È Post Pop Art: passando per tutte le Rebellion Art dell'ultimo decennio, la mostra si pone l'obiettivo di imprimere risposte canoniche al nascente immaginario sociale strabordante di enigmi. Noi italiani che conosciamo geneticamente l'armonia definiamo il gusto del gesto da Secoli, sviluppiamo il dono divino della creatività studiando la natura nella sua assoluta perfezione ed equilibrio

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

The ingenious contemporaneity of the Milanese Famiglia Margini, arrives in Urbino, one of the most beautiful cities of the Renaissance, in order to propose a
selection of artists who represent the possibility of evolution in aesthetic
language. Angelo Cruciani and Grace Zanotto lead out to the Utopian City an
exhibition that sets out to redefine the value of Beauty in society, using
expressive codes mirrored in the speed of current consumption, extrapolating

peaks of conceptual experimentation.The exhibition sets forth as one true creative/experimental investigation in search of a new Renaissance. Italians genetically understand harmony and for centuries
have defined the taste of gesture, developing the divine gift of creativity by
studying nature in its absolute perfection.

From alterations of painting techniques to recycling and assemblage sculpture; from video art to photography; from performance to visual poetry: it is a variety that defines
itself over the confusion and serial iconography that characterizes the era of
trade.

 

As the media rush to spread the terror of the imminent 2012 Apocalypse, catastrophism paints the future black with fear. "The Third
Renaissance", thus responds with positive, visionary and hopeful images,
yet, conscious of social conflict. Rebirth, means abandoning the past to
flourish and spiritually evolved.

The last certainties collapsed, ideals and ideologies worn out by that cynicism which was the precursor of absolute truths, man is now left only with the path
of Beauty and undying Faith - with those essential values which, at the dawn of
time, made him need to create the Art.

The course of art as imitation of nature is over, having experienced the emptiness and the psychological destruction generated by the understanding of the dogmas
of the cosmos, the autonomy of man as the heart of the Created is defined.

The artist must return to occupy the role that was intended for him: to promote civil education, Ethics and Politics; to produce a Beauty that can educate
spectators on the most authentic values of being. Art must lead to a true
contemplation, be able to communicate with everyone, be recognized for its true
value and for its ability to unlock the doors of elsewhere. Only the solace of
faith in Beauty can give definitive answers.

Famiglia Margini arrives in Urbino to launch a challenge, to confront not only from experts, scholars or insiders, but also (and primarily) from the wider public -
beginning with the Contemporary Art lovers to end with its most radical
protesters.

 

WILL “BEAUTY” SAVE THE WORLD?

 

 


Copyright © 2006-2013 by ArtSlant, Inc. All images and content remain the © of their rightful owners.